Il mio fine settimana in Toscana

La Toscana è sicuramente una tra le regioni italiane che vanta il primato per quanto riguarda il settore turistico. I vacanzieri provenienti da tutto il mondo però raggiungono le numerose località per godere delle terme in Toscana. Questa infatti può essere considerata a tutti gli effetti la madrina italiana del termalismo poiché sono davvero numerose le località termali che riescono quindi a offrire piacere e benessere a tutti coloro che dovessero aver bisogno di cure o relax di tipo particolare.

Le acque medicamentose che sgorgano dal terreno toscano sono apprezzate in tutto il mondo per il loro potere curativo. Sebbene questa regione sia solo seconda dopo il Veneto per numero di stazioni termali, di certo così non è per la qualità delle sue acque.

Quali sono le località termali toscane?

Castelnuovo Berardenga, Equi terme, Bagni Di Lucca, Montecatini, Monsummano, Bagno Vignoni, Saturnia, Chianciano, Venturina, Rapolano, Petriolo, Pisa, Sassetta, San Carlo, Uliveto, Sorano. Da non dimenticare poi le terme di Montepulciano, di Bagni San Filippo, quelle di San Casciano ai Bagni e quelle della Versilia e dell’Elba.

Non tutte queste stazioni però godono della stessa reputazione e vi sono infatti quelle che ormai sono maggiormente stimate proprio per la qualità non soltanto dei fanghi ma anche per i servizi offerti. Da non dimenticare poi che vi sono anche le terme libere ovvero quelle gratuite per il cui accesso non è necessario pagare alcunché.
Queste si prestano maggiormente al turismo fai da te. Chi non intendesse pagare o pagare davvero poco per avere trattamenti termali in Toscana, dovrebbe preferire località come Saturnia, forse la più amata a livello mondiale, o ancora quelle di san Casciano ai Bagni, Petriolo, Bagni San Filippo e Bagno Vignoni. Quest’ultime ultime sono davvero popolari, come d’altronde anche quella di Montecatini Terme.

Inutile pertanto cercare qualità e convenienza, se si parla di terme, fuori dalla Toscana.


Leave a Reply